Cerca
  • Amos

Il testo di una canzone

Non è vero che che devi rientrare a casa da solo e devi da solo inventare un colore per convincere la gente che stai bene. Fino a qualche giorni fa avrei scommesso che tutto non può accadere all'improvviso, che tutto approda davanti ai tuoi occhi senza lo scandire di un minuto preciso. Avrei scommesso che le urla della gente vincono sempre contro il banco e che anche se scendi nella piazetta di Maratea puoi dire la tua e puoi rispettare una persona.


Non m'intendo d’amore del ti amo e neanche del pago io ma sono sempre quel fiume in piena pronto a riempire con sfrontatezza e presunzione tutti i perchè e tutti i ma.

Molti uomini devono calcolare i "mi travolgi" ed i "mi sconvolgi", devono assaggiare l'aperitivo delle 18.30 e devono essere sicuri che la preda faccia marcia indietro e faccia parte del branco... ecco io sono l'altro. Quello che cerca il contrario del tuo stesso. Sono quello che t'interrompe mentre parli per baciarti o per farti diventare ancora più diffidente, ecco sono quello che all'arrivo di una grigliata mi posizione per alimentare il fuoco e non per farlo rimanere stabile...equilibrato...costante.


Non m'intendo d'amore, sarà perchè mi piace come lo pronuncia in quella canzone o sarà perchè sono fottutissimamente convinto che il tempo è fatto per conoscerlo e per scoprirlo. Lo so non si vive solo di emozioni e di si bemolli, lo so che si vive di F24, discorsi sulla responabilità e sui progetti! lo so, ma se una giornata cosi come una canzone è composta da tante ore o da tanti spartiti... perchè non foldare e rilanciare solo in una mano e viverla da campione viverla come se non fossi in quella piazzetta. Nessuna nave in quel momento farà ritorno ed allora perchè non vivertela come se fosse unica sorprendente sfrontata! Fino a fermarti un momento senza dirti "stai attento" per una cazzo di volta. Spopola in questo periodo la marcia o la retromarcia di Clementino... non ci pensare in quell'ora ingrana qualsiasi marcia senza darti una colpa e senza darti un limite.


Tutto questo piccolo illegale bordello per dire: "se non non sai cos'è...allora è jazz" ed allora fottitene dei video e foto salvati sul computer, dei messaggi archiaviati e delle risposte fraintese! fottitene del numero di un età passata, fottitene se nella seconda strofa non c'è la rima... prenditi il presente e commetti una pazzia. La più vera pazzia che rimpiagerai di non averla fatta. E basta con il "sono le solite stronzate" o il "che diranno"... basta...


Ho visto cucinare, abbracciarmi mentre sintonizzavo un decoder... genitori che vedendomi davanti si commuovevano e credevano in me e appena andato via speravano nella caduta sul terzo gradino...e sono sempre ritornato... fino al mio basta.

Ed allora perchè devi intenderti d'amore se è quello il tempo che ti basta.

Fallo e riempi il testo di ogni canzone.

24 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti