Cerca
  • Amos

Capisco dove sono ma non chi sei

E' tanto tempo che poggio le mie dita sulla tastiera, vedendo la data dell'ultimo colore, capisco che forse non sono stato cosi male per riuscire a scrivere. Oggi non era il momento o il modo per scrivere, ma automaticamente ho montato il computer sul mio nuovo tavolo e mi sono seduto composto.Non ho mai amato le festività, ma questo non centra, perchè non ho mai amato anche le delusioni e le conclusioni, però non è detto che devo sempre rispondere ogni domanda. Poi se scopro di avere paura per un giorno qualsiasi... bhè allora non vivo.

Son tre anni che mentre scrivo mi devo soffermare e cercare di levare il muso di Dante dalla tastiera... lui conosce questo momento e conosce che mi devo soffermare a riflettere per scrivere e per trovare uno dei milioni di argomenti che vorrei urlare o sottolineare.

Non vedevo da tanto tempo una serie televisiva e da tanto tempo non ospitavo qualcuno per soddisfare un capriccio o una conferma. E' da tanto tempo che continuo a mischiare le carte senza servirle o senza trovare qualcuno con cui giocare, ma ogni mano ha bisogno di un bluff o di un rilancio... ed io non arrivo più neanche alla seconda mano.

Non camminerò più come una volta. Si in questi rilanci e bluff, mi sono operato. Diamine che follia! Ho fatto un gesto folle ed azzardato, come quando un giorno non ci sarà più nessuno a cui telefonare! partito da solo, mangiato da solo ed uscito dalla sala operatoria da solo. Non me ne sono neanche accorto che se fosse successo qualcosa nessuno lo avrebbe saputo perchè in accettazione ho sbagliato a dare anche il numero di cellulare di chi avrebbe potuto ricordarmi! che follia! Però dai sono ancora qui. Come rispondo alle poche persone che devono obbligatoriamente rispondere all'educazione.... respiro!


Roberto è diventato grande e Dante inizia ad amare i prati mai amati. Cerco di ricordare le Pasquette passate, ma non ricordo nessuna Pasquetta dove ho sorpreso qualcuno o qualcosa. Il bicchiere di vino ha la stessa circonferenza di quella precedente e dove ogni sguardo ha lo stesso potere (nessuno) di quello precedente.


Sono sbocciati i miei tulipani ed i miei narcisi.. guarda il caso sono tutti gialli! Un giorno comprai, con i miei soldi, dei semi degli stessi fiori che ho fatto nascere. In un momento dove volevo essere romantico e dove volevo credere nella speranza, li ho gettai in un prato che non mi è mai appartenuto e dove il cancello non mi ha mai fatto entrare. Li ho gettati nella speranza che il tempo facesse il suo corso. Un prato dove l'acqua che fuoriusciva...era gratis anzi è gratis. Si non si capisce un cazzo. Era gratis perchè nessuno pagava il diritto di uscire. Comunque sono sbocciati i tulipani ed i narcisi e li guardo ogni mattina chiedendomi se l'anno prossimo saranno di piu' o saranno più forti..

Misto chiedendo se sto scrivendo costringendo le mie dita a scrivere, ma ho freddo e chiudo la porta lasciando il camino acceso.

En e Xanax. Io vorrei avere l'anima che vorrei avere.


Ehehe anche quest'anno non ho dato gli auguri a chi li doveva avere. Ma già sento il sussurrare di una frase " Ehhhh Enrico è fatto cosi, non si fa sentire ma c'è quando è il momento che non ti aspetti". Chi mi conosce sa come spogliare i miei segreti.

Certe volte mi domando, ma sempre, se lo sussurrano o se lo dimenticano. Muah chissà.


Dovrei cucinare adesso. La cosa che mi fa più rabbia è quel dannato silenzio mentre aspetto che qualcosa diventi forma. Mamma mia come odio quel momento! ecco perchè non mi va di cucinare e quanto odio spegnere quella mia fantasia. Mi piacerebbe essere nei pensieri della gente in quei minuti.. voi anzi tu potresti chiederti che cazzo centra quel momento .... è un momento dove non c'è mai nessuno... ed allora piace che ci sia io.




4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

© 2023 by ADAM SCHARF. Proudly created with Wix.com

  • Facebook Icona sociale
  • Instagram
  • Twitter Icon sociale
  • Youtube
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now